Passa ai contenuti principali

Rollei 35 Classic: la riedizione di un mito in Titanio, Oro e Swarosky


Text: Angela Acanfora

E’ bellissima, esclusiva ed eccezionalmente costosa, però la comprerei comunque. Si tratta della Rollei 35 Vintage, la riedizione della Rollei 35 apparsa nell’ormai lontano 1966 e considerata (a ragione) la più piccola fotocamera da 35 mm mai prodotta. La riedizione messa in vendita da Rollei non ha niente a che vedere con le classiche riedizioni. Il digitale, difatti, non sfiora neanche da lontano lo chassis della 35 Vintage, che viene riproposta così come “mamma Rollei” l’aveva fatta, ovvero assolutamente e splendidamente analogica e completamente meccanica. Proprio come l’originale!
Giusto per dare a chi non conosce la sua storia l’idea del successo avuto dalla fotocamera originale, vi basti sapere che dal 1966 ai primi anni ottanta, quando poi ne è stata interrotta la produzione, la fotocamera ha venduto qualcosa come due milioni di unità. Inoltre, ancora oggi c’è una community dedicata ad essa viva ed attiva in Giappone.
La riedizione della Rollei 35 Vintage è costruita in titanio e usa normalissime pellicole da 35 mm. Sul frontale sono presenti le ghiere che permettono di impostare tempi e diaframmi e, per la gioia dei collezionisti, al momento Rollei ne ha già pronte 38 versioni diverse, con in più la possibilità di ordinarne una versione personalizzata scegliendo l’obiettivo, i materiali e il numero di serie.
In base ai materiali impiegati sono disponibili 4 diverse “classificazioni” di versione: il modello classico senza parti in oro, ha un costo che parte da 4500 euro; il modello classico però con parti in oro, parte da 4900 euro; il modello con 1000 cristalli Swarovski costa ancora di più e parte da 5400 euro e infine il modello extralusso, con oro e cristalli Swarovski, che parte da 5800 euro.


Commenti

Post popolari in questo blog

Orchidee di carta, fai da te.

Girando il web mi è capitato di imbattermi in un blog molto carino che racconta come realizzare fiori di carta!  Quale donna non ama i fiori?!?Sì, d'accordo esistono quelle che dicono che  non amano i fiori, ma... io credo non le credo!(: Mentono!! Sono rimasta folgorata dalla grazia e dalla veridicità di queste piccole creazioni, sono realizzate con della semplice carta, per i più esperti del design ci sono varie carte da poter utilizzare per avere un risultato più efficace, ma di sicuro un foglio da stampante A4 va bene per tutti! Vediamo insieme come si realizzano! Per facilitare il lavoro vi alleghiamo a fine pagina i pdf da poter scaricare, stampare a casa vostra, ritagliare e assemblare!
Auguro a tutti un buon lavoro, Angela.
Fatemi sapere!!!





Seguite i semplici passi qui sotto!





Ecco il risultato finale!



Ecco le immagini da stampare: Questo sarà il retro delle vostre orchidee rosa.

Ecco l'orchidea bianca! Ovviamente essendo il foglio da stampa bianco non avrete bisogno di…

Octopus teeS : Le Innovative t-shirt disegnate da Giorgio di Salvo

Di sicuro avete riconosciuto la grafica del polpo… Sì, è la Octopus di VNGRD disegnata da Giorgio di Salvo.


Il designer milanese è diventato parte integrante del team IUTER, per la quale ha disegnato diverse grafiche, tra cui   la linea Uppercut, la capsule collection che contiene le perle di IUTER. Il famoso brand per la stagione Spring/Summer 2013 IUTER presenta OCTOPUS: un nuovo concept-brand creando una  capsule collection prendendo un "animale" poco visto in giro, ma molto d'effetto, si, il polpo o polipo , a dir si voglia. Caratterizzata da una grafica tentacolare, stampata in all-over sulla parte superiore di felpe con cappuccio e magliette, OCTOPUS è stata e rimane una delle più apprezzate grafiche proposte in ambito street degli ultimi dieci anni, con riconoscimenti internazionali firmati da Complex e dalle principali testate di settore.
Il segno applicato su magliette e felpe crea un effetto davvero dinamico e creativo, davvero un must have per essere cool quest…

Le Stanze dell' Eros di Milo Manara

Ospite con le sue opere dedicate all'eros e al mondo Femminile, Milo Manara, celeberrimo Artista Fumettista Veronese, approda al Palazzo delle Arti di Napoli con la sua Mostra: "Le Stanze del Desiderio". Nelle mie storie il potere  e non solo della seduzione è sempre in mano alle donne - dichiara Milo Manara- Penso che, sia sul piano morale che fisico, le donne superino l’uomo in bellezza e potenzialità. L’umanità farà un passo in avanti decisivo quando sarà governata da donne. Naturalmente noi in Italia arriveremo per ultimi anche a questo traguardo… Parliamo delle opere di Milo Manara, maestro veronese della Nona Arte,   ospite con la mostra “- Le stanze del Desiderio”, presso il Palazzo delle Arti di Napoli – che sancisce la collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con cui continua una proficua partnership. "Il PAN continua a caratterizzarsi come luogo privilegiato per i diversi linguaggi del contemporaneo e per gli arti…