lunedì 21 ottobre 2013

Harmont & Blaine:Il brand del bassotto, ha inaugurato a Praga il più grande flagship store del mondo




Il 16 ottobre a Praga è stato inaugurato, il più grande flagship store del mondo di uno dei brand napoletani più famosi: Harmont & Blaine.
Alla presenza dell'Amministratore delegato del Gruppo Domenico Menniti, dell'Ambasciatore italiano in Repubblica Ceca Pasquale D'Avino, dell'ex presidente della Repubblica Ceca Václav Klaus e del ministro della cultura Jiří Balvín. Situato su quattro livelli nel centro storico di Praga in 28 Rîjna 14, il negozio si estende per oltre 1.000 metri quadrati allʼinterno dello storico Palazzo della Lira d'Oro “Zlatá Lyra”, edificio patrimonio artistico della città e tutelato dai beni culturali, caratterizzato da una facciata preziosissima in legno con decori stile liberty in oro. 
Particolarmente affascinante lʼinterno in cui il concept mediterraneo tipico delle boutique Harmont & Blaine si sposa con affreschi e volte dʼepoca, la cui ristrutturazione ha richiesto oltre 18 mesi di interventi nel rispetto dei più attenti standard di settore sotto il vaglio della soprintendenza del Ministero Dei Beni Culturali della Repubblica Ceca.

“La scelta di Praga ‒ ha dichiarato lʼA.d. di Harmont & Blaine Domenico Menniti ‒ rientra in un più ampio progetto di presidio delle "global cities", avviato lo scorso anno con l'opening del flagship di Milano in Corso Matteotti, cui sono seguiti quelli di Madrid e Città del Messico”. “Il flusso turistico e il ruolo di città a cavallo tra lʼEuropa Continentale e lʼEuropa dellʼEst, uniti al pregio artistico e architettonico del Palazzo della Lira d'Oro, sono stati gli elementi principali alla base della scelta di Praga. La prossima tappa del progetto “global cities” sarà la boutique di Mosca che prevediamo di inaugurare a inizio della primavera 2014”, ha concluso Menniti. 



Evento straordinario, per la prima volta a Praga lʼarrivo di un importante marchio italiano della moda che non aveva ancora approcciato il mercato della Repubblica Ceca. Investimenti di questo tipo dimostrano lʼattrattività di questo mercato che da sempre riserva un gradimento elevato per la qualità dei prodotti "made in Italy", ha commentato Pasquale DʼAvino, Ambasciatore Italiano in Repubblica Ceca. Allʼinterno del flagship store sarà ospitato lʼintero universo delle collezioni del bassotto, dallʼuomo al bambino, dalla linea donna alle calzature. 

Con 70 boutique monomarca estere, Harmont & Blaine è oggi presente in 4 continenti e 54 Paesi del Mondo, con un presidio particolarmente forte in Medio Oriente, Centro America ed Europa Mediterranea. Il Gruppo, attualmente impegnato in unʼoperazione straordinaria che prevede lʼingresso nel capitale di un partner finanziario per supportare il piano di internazionalizzazione, concentrerà le proprie risorse nei prossimi anni sulla crescita nei mercati di America (Nord e Centro-Sud America), Europa Continentale e Russia, con lʼobiettivo di incrementare il fatturato e di raggiungere una massa critica idonea a competere con i principali competitor mondiali.

Harmont & Blaine S.p.A. ha chiuso il 2012 con ricavi pari a 60,3 milioni di euro, in crescita del 12,6% rispetto ai 53,5 milioni di euro registrati nel 2011 e stima di chiudere il 2013 con un fatturato in crescita di circa il 20% oltre i 70 milioni di euro.


"The denim sapiens-from rigid to future species", il convegno Milanese, alla ricerca del jeans perfetto


Text: Angela Acanfora

















Tutti lo conoscono come "denim", è il tessuto principe dei jeans, capo cult della moda dell'ultimo secolo. 
 Il termine blue-jeans designa il pantalone con taglio a 5 tasche, di cui le posteriori cucite sopra la stoffa del corpo del pantalone.
I jeans sono un tessuto inventato in Italia indossato molto probabilmente dai marinai genovesi infatti la parola Jean significa "blu di Genova".
Negli anni anche questo materiale ha subito un'evoluzione tecnologica che lo ha alleggerito, reso elastico, scolorito, bruciato, stampato, declinato in mille sfumature diverse, perfino profumato.

Della sua forte evoluzione e del suo  futuro se ne è discusso in un convegno a Milano dal titolo "The denim
sapiens-from rigid to future species", una sorta di percorso alla scoperta della ricerca del jeans perfetto, comodo, bello e "intelligente", che si adatti alle comuni abitudini di tutti coloro che scelgono questo capo evergreen.
Attendiamo con ansia i risultati degli esami effettuati, in modo tale da non sbagliare più nella scelta dei nostri nuovi acquisti di questo capo camaleontico adatto a tutte le occasioni.