domenica 15 febbraio 2015

Ugo Cilento crea "Le cravatte di Carnevale"





Da Pulcinella ad Arlecchino ma anche Colombina e Stenterello, Gianduia e Rugantino, un viaggio nella tradizione del Carnevale attraverso le sue maschere storiche. Ugo Cilento non poteva che realizzarlo attraverso le sue cravatte dedicando una collezione allo scherzo e al divertimento. Non poteva mancare un tocco di classe e di eleganza per ricordare questi momenti: la Maison Cilento lancia cravatte elegantissime e raffinate realizzate a mano dall'impresa ultra centenaria oggi condotta da Ugo Cilento, ottava generazione di uomini che hanno fatto dell'eleganza coniugata alla tradizione la propria caratteristica.

"Un modo raffinato e allo stesso tempo ironico per mostrare una propria predilezione per Arlecchino o Pulcinella che sono ricordati sul codino della cravatta. Chi vuol partecipare al Carnevale non rinunciando a un abbigliamento classico ha finalmente l'opportunità di farlo mostrando la cravatta, sempre sobria e curati sisma, con un simbolo carnascialesco", spiega Ugo Cilento.

Interamente  in  seta,  nel  pieno  rispetto  della  tradizione  napoletana,  ogni cravatta è stata realizzata a mano dai più abili maestri artigiani. "È molto importante che Napoli rappresenti ancora un punto di riferimento per tratteggiare i percorsi dell'eleganza e mostrare prodotti di notevole qualità artigianale e bellezza", ha dichiarato Ugo Cilento.

Dal 1780 la sartoria Cilento tramanda la cultura del su misura, la ricerca del pezzo unico e di classe, dell’accessorio raro e di qualità. La boutique di via Medina a Napoli è un autentico tempio dell’eleganza maschile con il più ampio e ricercato repertorio di tessuti, filati, calzature, pelletteria e cravatte che da oltre due secoli vestono l’uomo elegante

Angela Acanfora

Nessun commento:

Posta un commento