giovedì 4 giugno 2015

La Luce, protagonista per una notte al Tunnel Borbonico




Una kermesse all’insegna dell’Arte, della Moda ispirata al tema della LUCE, questi gli elementi cardini di una strepitosa serata organizzata presso il Tunnel Borbonico di Via Morelli, Napoli.
L’ evento esclusivo ideato e curato da due brillanti menti creative, Ludovico Lieto e Valeria Viscione di Visivo Comunicazione, ha visto protagonisti tanti artisti che si sono impegnati in performance artistiche, opere musicali, installazioni, tele, sculture, abiti, gioielli e esaltazioni di finger food, rispecchiando il tema della VII edizione, la “Luce”.
Le creazioni hanno contribuito ad impreziosire gli storici reperti, numerosi veicoli e motoveicoli degli anni ’40, ’50 e ’60 nonchè statue e resti della Seconda Guerra Mondiale visibili durante l’evento.
Il Tunnel Borbonico per una sera si è trasformato in una galleria d’arte ed è stato teatro di performance musicali ed artistiche eseguite dal vivo, ma non solo, le profondità del sottosuolo napoletano hanno fatto da suggestiva cornice oltre ai quadri anche a capi di abbigliamento di prestigiose aziende di alta moda che per l’occasione hanno mostrato al pubblico le loro collezioni.
A regalare un tocco di eccentricità al tutto ci ha pensato la performance/installazione a cura di Profumo Emozioni Olfattive che ha visto protagonista Alessandro Gualtieri, artista eccentrico e mente della linea dei profumi di nicchia Nasomatto.
In mostra gli artisti del progetto sperimentale “Visivo” curato da Valeria Viscione che per questa edizione hanno stupito gli spettatori proponendo perfomance artistiche dal vivo, nuova tendenza dell’arte contemporanea che ha permesso ai visitatori di assistere al processo creativo di un’opera.

Dalle profondità più oscure del sottosuolo napoletano è stata emanata una luce che ha dato visibilità alle nostre eccellenze, grazie alla partecipazione di numerosi artisti che con la loro energia artistica sono stati in senso metaforico un faro nel buio.
Tanti gli artisti in mostra e i performers: Giovanni Botta e Marcella Martusciello, Nunzio Meo, Ademaro Bevilacqua, Paola Del Prete, Domenico Sepe, Gateano Di Maiolo, Marco Minin, Make An Object, Lunacy danza con coreografie di Anna Malinconico, Maria Rosaria Marchi, Carlo Mangione, Nicola Rando al sax contralto e Alessandro Castiglione alla chitarra. Molte le istallazioni create da Vivaio Donna (progetto del Comune di Napoli per promuovere l’occupazione e sostenere la creazione d’imprese femminili) con Esmeralda Addabbo, Rosalba Balsamo, Stefania Caivano, Silvia Caliendo, Giovanna D’Alessandro, Lucia De Luca, Gabriella Gitto, Venere Lanza, Maria Leone, Donatella Liguori, Rossana Limata, Fabiana Napoletano, Alessandra Papoff, Roberta Santacroce, Maria Carmela Silvestri, Simona Strazzullo, Viviana Vignola, Olga Viscione, Patrizia Visone.
“Arte e Moda” fa parte  inoltre della programmazione “Giugno dei Giovani” progetto promosso dall’Assessorato ai giovani e alle Politiche Giovanili, creatività e innovazione, e dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.







Patrizia Visone con la Modella che indossa il suo capo patchwork




Angela Acanfora

1 commento:

  1. SEGUITECI ANCHE SU FACEBOOK
    https://www.facebook.com/pages/On-Magazine/430998680266413?ref=hl

    RispondiElimina