giovedì 21 aprile 2016

"I malesseri dello show business in un convegno alla 4° municipalità"


Il periodo sociale in cui viviamo, è caratterizzato da tanti temi delicati: dalla violenza alle donne al 

bullismo all’integrazione razziale. Ma pochi finora hanno affrontato un altro delicato problema che 

coinvolge sempre più persone al mondo: i malesseri del mondo dello spettacolo (o come si dice dello
 
“show business”) che portano spesso giovani artisti desiderosi di popolarità a vivere in depressione 

spesso con conseguenze fatali. Esperienze passate in tutto il mondo hanno infatti dimostrato che molti

 giovanissimi si sono trovati a combattere con loro stessi per uscire dai malesseri dettati da un sistema,

 quello del mondo dello spettacolo, che impone strane regole a cui non tutti riescono a soggiacere. 

E alcuni casi hanno dimostrato che non sempre uscirne è possibile:Una testimonianza la portano le 

morti premature e terribili che hanno colpito grandi nomi come Jim Morrison, Amy Whinehouse, 

Whitney Houston e diversi personaggi del cinema e televisione internazionali coinvolti nella droga e 
nell’alcool.

Il tema non è molto diffuso e trattato perchè forse non coinvolge le persone comuni, e i media non ci tengono a mostrare questo lato oscuro di quello che è parte del “sistema” di cui fanno parte, almeno finché l’ennesimo dramma non si consuma. Ma è giusto parlarne anche perché oggi molti giovani trovano nello spettacolo una alternativa ai lavori tradizionali.

Mercoledì 27 aprile 2016 alle ore 16,00 presso l’aula consiliare “Don Peppe Diana” della 4° municipalità

del Comune di Napoli si terrà un dibattito su questo tema: “Il mondo dello spettacolo, malesseri dei 

suoi protagonisti: come e perché”. Patrocinato dalla stessa municipalità, organizzato dall’azienda di 

comunicazione e sviluppo tecnologico DGPhotoArt, il dibattito verrà anticipato da estratti del film

denuncia “Moda e Amore”, lungometraggio prodotto nel 2013 da Generali Eventi Cinema, agenzia di 

eventi tedesca che ha collaborato in Italia con la DGPhotoArt di Davide Guida per la realizzazione della

 sceneggiatura e del montaggio e per la distribuzione del prodotto finito sul territorio italiano. 

ll film tratta il tema con chiarezza e incisività, raccontando la vita professionale e privata della top-model

 Rossella, sotto la direzione attenta di Antonio Alfano, regista reduce da diversi lavori che trattano 

il tema della violenza e della delinquenza locale.

Il dibattito vedrà confrontarsi, dopo l’introduzione del Presidente della 4° municipalità Armando 

Coppola e sotto la moderazione dell’autore del film Davide Guida, diversi esponenti della cultura locale:

 la prof.ssa Caterina Lerro (insegnante), l’attrice Nancy Di Somma (attrice, anche con un ruolo da

 protagonista nel film), la psicologa Edda Cioffi, il sociologo Christian Sanna e l’esperta di moda Lina La

 Mura. I relatori interagiranno col pubblico presente per trattare al meglio il tema.

L’ingresso all’evento è libero a tutti e completamente gratuito. 

Durante il dibattito, ci saranno interventi  degli ospiti presenti fra cui le cantanti Virginia, Maria Rosaria Cenni e Marisa Portolano.

 

Nessun commento:

Posta un commento