venerdì 3 maggio 2013

Perché gli uomini amano le tette? Uno studio risolve il quesito


Il quotidiano tedesco Die Bild ha cercato di risolvere a un quesito che finora sembrava essere privo di dati certi: l’amore degli uomini per le tette.
Il ricercatore scientifico Larry Young e lo scrittore Brian R. Alexander hanno scoperto che “gli uomini nel contesto sessuale sono appagati dal seno”. Un test effettuato dall’università di Sheffield e del Texas conferma che l’82% delle donne ama la stimolazione del seno da parte dei loro partner.




Larry Young, professore di psichiatria presso la Emory University, studiando questa attrazione per il seno, si è convinto del fatto che l’evoluzione umana abbia sfruttato un particolare circuito neurale, evolutosi originariamente per rafforzare il legame madre-bambino durante l’allattamento, che ora viene utilizzato anche nella sessualità.

Quando i capezzoli di una donna sono stimolati durante l’allattamento, l’ossitocina, altrimenti nota come l’ormone dell’amore, invade il cervello, contribuendo a focalizzare l’attenzione e l’affetto della madre per il suo bambino. La ricerca nel corso degli ultimi anni ha però dimostrato che negli esseri umani, questo circuito non è riservato all’utilizzo esclusivo da parte dei lattanti.

Recenti studi hanno trovato infatti che la stimolazione del capezzolo aumenta l’eccitazione sessuale nella maggior parte delle donne, e attiva le stesse aree cerebrali come la stimolazione vaginale e clitoridea. Quando si accarezza il seno di una donna, questo stimola il rilascio di ossitocina nel cervello della donna, proprio come ciò che accade quando ella si prende cura del bambino. In questo contesto, l’ossitocina concentrerebbe l’attenzione della donna nei confronti del partner sessuale, rafforzando così il suo desiderio di stringere un legame con questa persona.

Gli uomini, in altre parole, riescono a rendersi più desiderabili se stimolano il seno di una donna durante i preliminari. L’evoluzione avrebbe, in un certo senso, suggerito questo comportamento, attraverso lo sfruttamento di circuiti legati alla maternità, che contribuiscono a consolidare il legame con il partner.

The German newspaper Die Bild sought to resolve a question that so far seemed to be no reliable data: the love of men for tits.
The scientific researcher Larry Young and writer Brian R. Alexander found that "the men in the sexual context are satisfied from the breast." A test conducted by the University of Sheffield and Texas confirms that 82% of women love the stimulation of the breast by their partners.

Larry Young, a professor of psychiatry at Emory University, studying this attraction to her breast, he is convinced that human evolution has exploited a particular neural circuit, originally evolved to strengthen the mother-child bond during lactation, which Now is also used in sexuality.

When a woman's nipples are stimulated during breastfeeding, oxytocin, also known as the love hormone, invades the brain, helping to focus the attention and affection of the mother for her child. Research in recent years has shown that in humans, this circuit is not reserved for the exclusive use by infants.

Recent studies have in fact found that stimulation of the nipple increases sexual arousal in most women, and activates the same brain areas such as the vaginal and clitoral stimulation. When fondles the breasts of a woman, this stimulates the release of oxytocin in the brain of the woman, just like what happens when she takes care of the child. In this context, oxytocin would focus her attention towards the sexual partner, thereby reinforcing his desire to forge a bond with this person.

The men, in other words, they can make themselves more desirable if you stimulate the breasts of a woman during foreplay. The development would, in a sense, suggested this behavior, through the exploitation of circuits related to maternity, which help to strengthen the bond with your partner.

Nessun commento:

Posta un commento