Passa ai contenuti principali

Terza Edizionde del "FESTIVAL DEL BACIO 2014" #cuoredinapoli scopriamo il percorso!



Testo: Angela Acanfora
.....................................................................................................................................................................................................................


E' stato presentato pochi giorni fa la Terza Edizione del  Festival Del Bacio,  il cui concetto di quest'anno è  #cuoredinapoli.
Il 21 marzo ,data di inizio della nuova stagione, sarà presentata  una grande  "scultura antropologia / relazionale"  che si snoderà lungo un percorso di circa 6 km nella Città di Napoli. Il cuore sta a simboleggiare le relazioni tra persone ed ha l'obiettivo di creare sinergia e condivisione relazionale urbana,in primis attraverso l'arte  e e di approdare nelle Nuove Frontiere del digitale, trasformando proprio i Cittadini  nel Cuore Pulsante della Città, creando una fusione tra mondo digitale / virtuale e quello fisico / reale.



Più che di un festival vero e proprio, l'evento è un enorme work in progress che vede coinvolti 300 studenti dell'Accademia di Belle Arti e diversi attori della città, col patrocinio e la collaborazione dell'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e il contributo della Camera di Commercio e delle municipalità 2 e 5. Parteciperanno tutti i commercianti posizionati lungo il percorso del Festival che il 21 marzo vestiranno a festa le loro vetrine utilizzando l'icona del #cuoredinapoli o altri oggetti realizzati dagli allievi dell'Accademia, prolungheranno l'apertura sino alle 22 e prenderanno parte al progetto "Prendersi Cura",  ideato dal corso di Public Art. Arte del Territorio, che consiste nel prendersi cura di una piantina che si passeranno di mano in mano già nei giorni che precedono la data ufficiale dell'evento.


Il percorso parte dalla storica Galleria Principe nel centro antico della città e arriva a Piazza degli Artisti sulla collina del Vomero, passando lungo via Toledo, via Scarlatti e via Luca Giordano. Il 21 marzo, chi transiterà lungo il percorso parteciperà all'immensa opera collettiva, diventando attore e spettatore dell'opera. Il grande "Cuore" rosso, scultura luminosa installata lo scorso 14 febbraio sulla collina di San Martino, emblema dell'evento, scandisce il battito del Festival. Una seconda installazione, una scultura anamorfica composta da oltre 400 cubetti in plexiglass pulsanti, intitolata "Anima" che sarà posizionata nell'androne dell'Accademia. Entrambe le opere sono realizzate dalla Scuola di Nuove Tecnologie dell'Arte dell'Accademia.


Il Festival vuol essere una grande opera collettiva. Tutti potranno partecipare all'opera anche attraverso il sito www.festivaldelbacio.it, una piattaforma online che permette di scolpire una versione digitale di "Cuore", attraverso la pubblicazione su Instagram di una foto con l'hashtag #cuoredinapoli, che sia rappresentativa del concept. Tutte le foto verranno raccolte, in maniera automatica, in un flusso raggiungibile dall'home page dell'evento.
Tutte le More Info su  www.festivaldelbacio.it.

Osserva, Partecipa, tagga, bacia e condividi!

Sono i Concetti del concorso di quest'anno, al quale tutti possono partecipare allegando sul social il proprio scatto con Tema-il-bacio, capace di emozionare, creare nuovi scenari, Nuove modalità di vivere e di sentire.

 Non vi resta allora che seguire il nostro motto:

-"Osserva, Partecipa, tagga, Bacia... e Condividi!"-

Team On Magazine

tr.


Pochi giorni fa è stata presentata la terza edizione del Festival dei KISS , il cui concetto di quest'anno è # heartofnaples, "Il battito unisce il destino di molti."
Il 21 marzo, la data della nuova stagione, ma sarebbe un grande "scultura antropologia / relazionale" che si snoderà lungo un percorso di circa 6 km nella città di Napoli, composto da persone e relazioni e ha come obiettivo di creare relazioni di sinergia e condivisione attraverso l'arte urbana, in primo luogo e le nuove frontiere del digitale, trasformando i suoi cittadini nel cuore della città, nel suo flusso di vita. Solo in questo modo finalmente in grado di creare una fusione tra il digitale / virtuale e fisico / reale, che non sono mai stato così vicino.

Più che un vero e proprio festival, l'evento è un grande work in progress che ha coinvolto 300 studenti dell'Accademia di Belle Arti ed i differenti attori della città, con il sostegno e la collaborazione dell'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e il contributo della Camera di Commercio e Comuni 02:05. Partecipanti commercianti posizionati lungo il percorso del Festival il 21 marzo, e si veste a festa le loro finestre utilizzando l'icona del # cuoredinapoli o altri oggetti realizzati dagli studenti prolungare l'apertura alla 22.oo e prendere parte al progetto " Take Care ", progettato dal corso di Public Art, Land Art, che è quello di prendersi cura di una pianta che verrà passato di mano in mano nei giorni prima della data ufficiale della manifestazione. Il percorso inizia dalla storica Galleria Principe, nel centro storico della città e arriva a Piazza degli Artisti sulla collina del Vomero, passando per Via Toledo, Via Scarlatti e via Luca Giordano. Il 21 marzo, tutti potranno passare lungo questo sentiero poi partecipare al grande lavoro collettivo, diventando il protagonista dell'opera e lo spettatore. Il grande "Cuore" scultura di luce rossa installata il 14 febbraio sulla collina di San Martino, l'emblema della manifestazione, segnerà il ritmo del Festival. Una seconda installazione, una scultura composta da oltre 400 anamorfiche pulsanti cubi di plexiglass, dal titolo "Soul" sarà poi collocato nella sala d'ingresso dell'Accademia. Ricordiamo che entrambi i lavori sono eseguiti dalla Scuola di Belle Arti di nuove tecnologie.

Tutte le altre informazioni su www.festivaldelbacio.it.


Partecipa, tag, note, azionari, i baci sono i concetti del concorso di quest'anno, in cui tutti possono partecipare sociale attaccare il getto con il tema - il - bacio, in grado di muoversi, di creare nuovi scenari, nuovi modi di vivere e di sentire .

Partecipa, tag, note, condividere, baci!

Squadra On Magazine

Commenti

Post popolari in questo blog

Orchidee di carta, fai da te.

Girando il web mi è capitato di imbattermi in un blog molto carino che racconta come realizzare fiori di carta!  Quale donna non ama i fiori?!?Sì, d'accordo esistono quelle che dicono che  non amano i fiori, ma... io credo non le credo!(: Mentono!! Sono rimasta folgorata dalla grazia e dalla veridicità di queste piccole creazioni, sono realizzate con della semplice carta, per i più esperti del design ci sono varie carte da poter utilizzare per avere un risultato più efficace, ma di sicuro un foglio da stampante A4 va bene per tutti! Vediamo insieme come si realizzano! Per facilitare il lavoro vi alleghiamo a fine pagina i pdf da poter scaricare, stampare a casa vostra, ritagliare e assemblare!
Auguro a tutti un buon lavoro, Angela.
Fatemi sapere!!!





Seguite i semplici passi qui sotto!





Ecco il risultato finale!



Ecco le immagini da stampare: Questo sarà il retro delle vostre orchidee rosa.

Ecco l'orchidea bianca! Ovviamente essendo il foglio da stampa bianco non avrete bisogno di…

Octopus teeS : Le Innovative t-shirt disegnate da Giorgio di Salvo

Di sicuro avete riconosciuto la grafica del polpo… Sì, è la Octopus di VNGRD disegnata da Giorgio di Salvo.


Il designer milanese è diventato parte integrante del team IUTER, per la quale ha disegnato diverse grafiche, tra cui   la linea Uppercut, la capsule collection che contiene le perle di IUTER. Il famoso brand per la stagione Spring/Summer 2013 IUTER presenta OCTOPUS: un nuovo concept-brand creando una  capsule collection prendendo un "animale" poco visto in giro, ma molto d'effetto, si, il polpo o polipo , a dir si voglia. Caratterizzata da una grafica tentacolare, stampata in all-over sulla parte superiore di felpe con cappuccio e magliette, OCTOPUS è stata e rimane una delle più apprezzate grafiche proposte in ambito street degli ultimi dieci anni, con riconoscimenti internazionali firmati da Complex e dalle principali testate di settore.
Il segno applicato su magliette e felpe crea un effetto davvero dinamico e creativo, davvero un must have per essere cool quest…

Le Stanze dell' Eros di Milo Manara

Ospite con le sue opere dedicate all'eros e al mondo Femminile, Milo Manara, celeberrimo Artista Fumettista Veronese, approda al Palazzo delle Arti di Napoli con la sua Mostra: "Le Stanze del Desiderio". Nelle mie storie il potere  e non solo della seduzione è sempre in mano alle donne - dichiara Milo Manara- Penso che, sia sul piano morale che fisico, le donne superino l’uomo in bellezza e potenzialità. L’umanità farà un passo in avanti decisivo quando sarà governata da donne. Naturalmente noi in Italia arriveremo per ultimi anche a questo traguardo… Parliamo delle opere di Milo Manara, maestro veronese della Nona Arte,   ospite con la mostra “- Le stanze del Desiderio”, presso il Palazzo delle Arti di Napoli – che sancisce la collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con cui continua una proficua partnership. "Il PAN continua a caratterizzarsi come luogo privilegiato per i diversi linguaggi del contemporaneo e per gli arti…