martedì 31 gennaio 2012

Louis Vuitton Vs Spazio Etoile.

Text: Angela Acanfora

Che cosa hanno in comune Louis Vuitton e lo Spazio Etoile? Sono i portavoce rispettivi di Moda e Cinema. Lo Spazio Etoile, un tempo cinema illustre della città capitolina, da anni mette a disposizione i suoi ambienti per mostre temporanee e temporary stores, ma solo ora riprende definitivamente vita grazie alla Maison parigina firmata Louis Vuitton. Un intreccio di radici quello della nuova boutique in Piazza San Lorenzo in Lucina.
Valigie e bauli che hanno segnato la storia di Louis Vuitton fanno da cornice a una vera e propria sala cinematografica, mantenendo così le origini di quello che era lo Spazio Etoile.

Piani dedicati a borse, scarpe, accessori e gioielli, ma anche all’Haute Couture, al Pret-a-porter e alle collezioni maschili. Infine una libreria e anche una galleria fotografica.

Un vero e proprio museo in un architettura all’avanguardia, ma nello spirito barocco di Roma.

Un unico progetto che fonde l’arte con la moda e il cinema: Maison Roma Etoile

Il “caviale” kelp costa poco e fa bene alla salute.

Text: Angela Acanfora





 IL CAVIALE,

Questa delizia, si sa, deriva dalla lavorazione delle uova di storione, enormi pesci una volta di casa anche nel Po.In Italia si sono estinti e quindi il caviale di storioni allo stato libero viene quasi tutto dall’Iran e dalla Russia.
 Esistono invece in Italia grandi allevamenti di storioni; vicino Brescia viene utilizzata l’acqua calda reflua dal raffreddamento degli altiforni di una acciaieria per lo sviluppo di avannotti di storioni, che dopo anni, diventeranno enormi pesci da oltre un quintale.Io non mangio pesce di allevamento e quindi nemmeno caviale di questi pesci. Preferisco rivolgermi a prodotti meno costosi, ma egualmente appetitosi. Come le uova di lompo, pesce che nuota libero nelle acque del Baltico o il caviale fatto con l’alga Kelp. Quest’ultimo è una delizia. A differenza del caviale vero ha molti vantaggi: assenza di colesterolo; e tutti i pregi nutrizionali delle alghe, minerali importanti, antiossidanti, fenoli che puliscono fegato e arterie da grassi in eccesso, ricchezza in iodio utile per la tiroide. Da non sottovalutare il prezzo: 50 volte meno del caviale di storione.

lunedì 30 gennaio 2012

HAPPY St. Valentine's Day


Text: Angela Acanfora


Ecco per voi la  Nouvelle&Rouge Collezion s/s 2012 di Guccidisegnata dal Direttore Creativo Frida Giannini per celebrare questa romantica ricorrenza. 
La collezione, caratterizzata da una seducente tonalità rossa declinata nella pelle Micro Guccissima o abbinata al tessuto GG Canvas originale, è impreziosita da eleganti dettagli a forma di cuore, in metallo dorato o cristallo lucente.
Funzionali e capienti, le borse dal volume squadrato sono dotate di doppio manico e tracolla staccabile, decorate con un grazioso cuore con il logo Gucci corsivo.

Il mood romantico ispira anche una proposta esclusiva di accessori che include i laccetti per cellulare, lo specchietto da borsetta, i beauty case e i portafogli di diverse misure - dal modello con zip alla versione continental o con catenina - dove il cuore è delicatamente cucito sulla superficie di pelle per ricordare il battito delle ali di farfalla.
Le cinture hanno fibbie di metallo personalizzate con le due GG, anch'esse unite in un cuore iconico.
La nuova Special Edition Collection di Gucci per San Valentino offre una proposta di accessori lussuosi e moderni, esprimendo la qualità superiore, l'eccellenza artigianale e il design inconfondibile del marchio.
Disponibile in una selezione di negozi Gucci nel mondo e su 
gucci.com.
In occasione della Festa di San Valentino, nelle boutique Gucci di Roma e Milano, dal 11 al 14 Febbraio, saranno presenti un maestro artigiano fiorentino, che sarà lieto di personalizzare - con la tecnica dell'embossing - i prodotti di pelletteria acquistati al momento, e un esperto calligrafo che preparerà le card di accompagnamento al regalo.









Rollei 35 Classic: la riedizione di un mito in Titanio, Oro e Swarosky


Text: Angela Acanfora

E’ bellissima, esclusiva ed eccezionalmente costosa, però la comprerei comunque. Si tratta della Rollei 35 Vintage, la riedizione della Rollei 35 apparsa nell’ormai lontano 1966 e considerata (a ragione) la più piccola fotocamera da 35 mm mai prodotta. La riedizione messa in vendita da Rollei non ha niente a che vedere con le classiche riedizioni. Il digitale, difatti, non sfiora neanche da lontano lo chassis della 35 Vintage, che viene riproposta così come “mamma Rollei” l’aveva fatta, ovvero assolutamente e splendidamente analogica e completamente meccanica. Proprio come l’originale!
Giusto per dare a chi non conosce la sua storia l’idea del successo avuto dalla fotocamera originale, vi basti sapere che dal 1966 ai primi anni ottanta, quando poi ne è stata interrotta la produzione, la fotocamera ha venduto qualcosa come due milioni di unità. Inoltre, ancora oggi c’è una community dedicata ad essa viva ed attiva in Giappone.
La riedizione della Rollei 35 Vintage è costruita in titanio e usa normalissime pellicole da 35 mm. Sul frontale sono presenti le ghiere che permettono di impostare tempi e diaframmi e, per la gioia dei collezionisti, al momento Rollei ne ha già pronte 38 versioni diverse, con in più la possibilità di ordinarne una versione personalizzata scegliendo l’obiettivo, i materiali e il numero di serie.
In base ai materiali impiegati sono disponibili 4 diverse “classificazioni” di versione: il modello classico senza parti in oro, ha un costo che parte da 4500 euro; il modello classico però con parti in oro, parte da 4900 euro; il modello con 1000 cristalli Swarovski costa ancora di più e parte da 5400 euro e infine il modello extralusso, con oro e cristalli Swarovski, che parte da 5800 euro.


Beth Ditto 4 MAC

Text: Angela Acanfora


Nel mese di giugno, MAC ospiterà una nuova linea di make-up firmato Beth Ditto. Dopo Lady Gaga, Cindy Shermam o Nicki Minaj, è il momento per la cantante Gossip per portare un tocco di fantasia ed eccentricità al cartello. Il mistero è ancora appeso sulla raccolta, ma la visual della campagna recentemente presentata promette un universo originale, degno di Beth Ditto. Personaggio atipico, ha svelato il suo stile con il lancio della sua linea di abbigliamento per la catena nel 2008 e Evans sul podio di Jean-Paul Gaultier sfilata di moda durante il pronto moda primavera / estate 2011. Il 26 gennaio 2012, alla Cena di moda contro l'AIDS, organizzata dalla Sidaction, il presidente del marchio di cosmetici MAC, Karen Buglisi, ha fatto la star di Gossip, come ospite d'onore per celebrare la loro associazione . Ora, sarà atteso nel mese di giugno,per scoprire la nuova gamma di trucco.
Brava Beth!

lunedì 23 gennaio 2012

Pitti Immagine, Milano Uomo e Parigi. I trend maschili per l’inverno 2012/2013

Text: Angela Acanfora


I designer giapponesi scavalcano l'Italia al Pitti: “Giapponesi, solo onore niente social”.





Arrivare al Pitti è sempre come la quiete prima della tempesta. Prima o poi si arriva a fare la coda ai tornelli, l'energia della massa in attesa di scoprire le novità si avverte già all'entrata della Fortezza.
Buyer, stampa, espositori, mai come quest'anno il Giappone è stato protagonista, a livello di presenza, interesse e avanguardia nel design. L'evento più atteso, da tutta la stampa a dire il vero, era Tokyo Fashion Week in Italy, un résumé di tutti i migliori marchi famosi in Giappone che hanno un buon riscontro a livello mondiale. Nell'area dedicata Tokyo Vs. Italy al LyceumYuichi Yoshii forte dei 15 anni di esperienza nel fashion business ha selezionato capi icona di 20 marchi e designer più incisivi del Paese.
 
In particolare, interessanti le manipolazioni dei tessuti e la sfrontatezza di Facetasm, bomber con stampe dell'ultima cena e declinazioni furniture dei tessuti che compongono le collezioni; Blackmeans con giubbotti di pelle ricoperti da borchie (pesantissimi, ma scenografici); Whiz Limited Flaph essenziali quanto chic che riscoprono il denim e le iniziali sulle camice; Mastermind Japan con l'eterno e sempiterno stile militare e infine Phenomenon che grazie al suo attivissimo designer Takeshi Osumicura molto bene il dialogo tra street wear passerella.


 Non solo abbigliamento casual, ma anche Futuro della moda maschile, nel padiglione Futuro Maschile il focal point è la ricercatezza dell'esclusività sartoriale. Marchi per pochi, in pochi pezzi, con grande attenzione al dettaglio. Anche in questo caso, duole un po' dirlo, il più interessante di tutta la metratura si dà il caso sia Giapponese. La collezione “A Workroom” by Ryoji Okada è eccentrica, con lo spirito rock (e i tessuti orignali) anni settanta. Le giacche nascondono frasi dietro i revers, diverse fantasie accostate tra di loro in modo quasi teatrale catturano l'occhio e lo ingigantiscono anche un po'. Okada è nato a Tokyo, ma ha studiato a Londra tra I più grandi maestri di taglio sartoriale. Quando si dice, trasversalità tra culture.

Molti lamentavano una scarsa cooperazione e modi piuttosto bruschi da parte dei designer orientali, io ho solo trovato un po' di imbarazzo, dispiacere nel non capire la lingua e l'immancabile serietà, professionalità e rigore giapponese. Se conosci la cultura lo sai, inciso che mi sentivo di fare.
 
Non c'è tempo per riposare, da Firenze a Milano e da Milano a Parigi, collego e riassumo.
 
Le passerelle hanno mostrato ciò che già si comprendeva al Pitti, per lo stile che andrà di moda nell'inverno maschile 2012/2013. Il ritorno del patchwork e del denim, smuovete le nonne e rispolverate i rimasugli anni novanta, tanto colore soprattutto rossoarancioviolaverde bottiglia (Valentino ha fatto sfilare un completo interamente di questo colore, una meraviglia),nero grigio.





BREAD&BUTTER &...dintorni




Text: AngelaAcanfora

Direttamente da Berlino with <3 dove è di scena il casualwear di tendenza. Ecco le anticipazioni più intriganti per l'Autunno/Inverno 2012-13, colte in diretta per voi dal nostro obiettivo fotografico!


Cornelia Webb

Colors Of California

Lunettes

Mikenke

Won Hundred

Esther Perbandt

Izzue

United Nude

Tee Library


Sugarhill Boutique

Sydney Brown



Super Trash

Guess

When I was Seven7een

Julian Zigerli

Seeberger

Coolway

Cornelia Webb

United Nude

Hunter

Happy Socks

Borsalino